martedì 26 novembre 2013

A favore dell'ipocrisia

Messaggio oggi non politicamente corretto: sono a favore dell'ipocrisia. Basta gli ipocriti messaggi "detesto l'ipocrisia". 
L'ipocrisia è essenziale in un mondo che ti impedisce quello che vuoi essere. Quello che da combattere è il giudizio critico-negativo, la punizione e il ricatto morale, il pettegolezzo.
Senza questi elementi è possibile eliminare l'ipocrisia totalmente. Si può riuscire a essere meno ipocriti, ci si può impegnare....ma un margine di falsità, anche all' 1% rimarrà sempre nell'essere umano. 
Se non sopportate l'ipocrisia compratevi un gatto e un cane, starete meglio!


giovedì 14 novembre 2013

L'evento dello svenimento

Lontano da questo blog, ho avuto un po' di vicessitudini ultimamente. Una tra queste, aver provato a svenire...O meglio la sensazione che precede lo svenimento, perché il suo momento non è assimilabile, non è "rinvenibile" (nella memoria). Trattasi di uno svenimento-choc, non graduale, nessun appannamento della vista...uno svenimento che opera un taglio ellittico di montaggio, ZAC! Scena successiva. Ed è sempre meglio svenire in gruppo, non da solo, perché la gente ti consola, ti salva.
Ed è un piacere poi essere riconosciuto dall'autista del bus sul quale sei svenuto, un paio settimane dopo...sali pieno di pensieri, lui mentre chiude le porte, ti dice: "Buongiorno, come sta?" E' commovente quest'atmosfera da paese in una metropoli. 
Oggi è toccato a un'altra ragazza, una ragazza russa, un calo di pressione in metropolitana, una leggera caduta le ha fatto battere il ginocchio. Si è ripresa, nessuno ha chiamato il 118 però...Due vecchiette l'hanno accompagnata in un bar. Avrà preso un caffé, dell'acqua e zucchero, sarà andata al lavoro come sempre. Insomma, nessun evento. Questo scossone non le ho procurato un'avventura.
Andare al lavoro...insomma meglio andare all'ospedale che al lavoro. No 118 no party.