martedì 9 ottobre 2012

La storia di Ena

...Ena.....è una deliziosa ragazza....
Fa tenerezza quando fa la spiritosa, fa tenerezza quando fa autocritica, fa tenerezza quando si impegna, quando si alza al mattino per andare all'università, fa tenerezza quando si appassiona.
Sarebbe un delitto farla soffrire, vedere il suo sorriso e il suo entusiasmo spegnersi.
...Ena...è stata investita anni fa da una macchina sulle strisce pedonali....è stata sbalzata e la sua testa ha sfondato il parabrezza come un ariete.
E' sopravvissuta dopo il coma. Ora zoppica, ha una spalla  che sembra perennemente lussata e una camminata di cinque minuti per lei diventa di mezz'ora. Ha due occhi, due labbra stupende e uno sguardo molto vispo, come quello di un bambino che ha appena scoperto il mondo. E come un bambino manda un sms ai genitori ogni giorno per non farli preoccupare, per fargli sapere dove si trova, che non si faccia male.
Qualcuno lassù ha deciso che questo fosse il suo destino, qualcun altro permette a Nicole Minetti di sfilare. 
L'assurdità della vita a volte farebbe rinunciare ad essa.
Ma il sorriso di Ena è sano, non è finto come quello televisivo. Spero che i colpevoli di questa maledetta disgrazia abbiano pagato in qualche modo.


Nessun commento: