mercoledì 8 agosto 2012

Vivere a puttane

Vivere con le puttane, consacrare la vita nell'andare a puttane è un po' come essere su un palcoscenico. Un luogo dove la realtà e la fantasia si confondono, un luogo incerto, dove il mistero e il dubbio la fanno da padroni.
Si può teorizzare quanto si vuole sulle puttane, risposte ciniche, rassicuranti. In realtà anche il puttaniere deve rimanere in incognito, deve preservare la sua candida poesia interiore, infantile, il suo gioco perpetuo, come il bambino che si siede nella macchina del papà al posto di guida e quando scende ha guidato una Ferrari.
Il puttaniere è l'ultimo bagliore di candore, è il gioco fatto a persona.

Nessun commento: